Tra cielo e terra: l’Arcano dell’imperatrice

Poiché io sono la prima e l’ultima
Io sono la venerata e la disprezzata
Io sono la prostituta e la santa
Io sono la sposa e la vergine
Io sono la madre e la figlia
Io sono le braccia di mia madre
Io sono la sterile, eppure sono numerosi i miei figli
Io sono la donna sposata e la nubile
Io sono Colei che da alla luce e Colei che non ha mai partorito
Io sono la consolazione dei dolori del parto
Io sono la sposa e lo sposo
E fu il mio uomo che nutrì la mia fertilità
Io sono la Madre di mio padre
Io sono la sorella di mio marito
Ed egli è il mio figliolo respinto
Rispettatemi sempre,
Poichè io sono la Scandalosa e la Magnifica

(Inno a Iside)


 

L’Arcano dell’Imperatrice, insieme a quello della Papessa, racchiude in sé il principio per eccellenza del Femminile, quello della Grande Madre.


Partendo dalla simbologia del numero 3 già possiamo intuire come questo arcano sia sinonimo della creatività, quella che si produce dall’unione di 1 (numero maschile per eccellenza ) e 2 (quello femminile). Tutta la tradizione spirituale del mondo infatti vede nel numero 3, il numero del figlio/a, la più elevata creatività alla quale un essere umano può accedere.


L’Imperatrice è un canale tra cielo e terra. E’ colei che mette in comunicazione il mondo angelico con il mondo terreno, il suo ventre è sempre gravido, in procinto di dare alla luce i suoi figli/idee/progetti  ed è sempre in contatto con la fonte creativa che arriva dai mondi superiori. Esaminando tutti questi aspetti potremmo anche paragonare l’imperatrice ad una Medium, essa ha infatti la capacità di mettere in contatto il mondo angelico con il mondo terreno e di portarne i suoi messaggi agli uomini. Spesso viene raffigurata alata e ciò la fa percepire ancora una volta non totalmente umana. A livello mitologico viene paragonata a Demetra e alla divinità egizia Iside.

Questa ricettività che la contraddistingue è di fatto una delle più elevate qualità del Femminile. L’imperatrice è l’archetipo molto potente che risiede in ogni donna e che può essere vissuto a vari livelli. Nei tratti più positivi simboleggia una donna emancipata e creativa, capace di portare a concretezza idee e progetti, è la madre che lascia libertà di emancipazione ai propri figli. Ma tutte le medaglie hanno la loro controparte ed ecco che l’imperatrice diventa la donna arrivista e calcolatrice,  la madre fredda e distante e  la sua razionalità possono diventare ostacoli, facendola apparire fredda e distante. La gelosia, la possessività e la vendetta sono aspetti predominanti quando esprime il suo lato più negativo. Questo lato oscuro dell’arcano maggiore Imperatrice lo troviamo nelle fiabe, nelle figure della strega di Biancaneve o di quella della bella addormentata nel bosco.


Meditazione

Ora ti voglio portare in una meditazione che porterà ad armonizzare la mente con il cuore per far spazio alla creatività nella tua vita.  

Prepara lo spazio in cui mediterai accendendo un incenso e una candela. Siedi in posizione meditativa . Inizia a respirare dalla bocca e portando l’attenzione nel tuo petto nel centro del chakra del cuore.

Il chakra del cuore è simile ad un crogiolo alchemico capace di trasformare ogni forma di energia in potere dell’amore e della creatività. E’ lì che risiede il tuo Maestro Interiore.

Mentre respiri porta attenzione a questo chakra e immagina un energia d’amore che entra nel tuo corpo attraverso il chakra della corona, inondando tutte le tue cellule e vivificandole.

Ora lascia che si presentino davanti a te, nella tua mente, come se fossero riflesse in uno specchio, tutte le immagini delle persone più importanti della tua vita. Persone dalle quali ti sei sentita amata e altre per le quali non hai sperimentato unione, lasciando che vengano trasportate al centro del tuo petto.

Permetti ora a queste immagini di diventare sempre più evanescenti, guardale apparire come riflessi della luna sull’acqua. Senti profonda gratitudine verso queste immagini e guardale dissolversi alla luce della luna attraverso l’amore e nel perdono che risiedono nel tuo cuore.

Rimani in meditazione ancora per una decina di minuti rimanendo in ascolto delle sensazioni che arrivano. Facendo spazio e liberandoti dagli attaccamenti stai permettendo alla tua creatività e alla voce del tuo maestro interiore di entrare a far parte della tua vita.

Quando senti che è il momento di ritornare poni la tua mano sinistra sul cuore e la destra sulla sinistra, riprendi a respirare con il naso e ad espirare con la bocca. Ora scrivi le tue sensazioni su di un foglio e attendi nei prossimi giorni le nuove intuizioni che arriveranno alla tua coscienza.

Leggi altri articoli